Atwater Kent 35

ad 13- radio ad amplificazione diretta a circuiti accordati

fig.1
fig.1

Eccola come è ora (fig.1); guardate nella galleria fotografica in che condizioni si trovava dopo l'acquisto su Ebay.

E' una radio del 1926 a sei valvole (triodi) a modulazione d'ampiezza, ad amplificazione diretta, circuiti accordati e rivelazione a falla di griglia;

L'accoppiamento delle valvole è a trasformatore.

Per vedere  lo schema apri il file schema.pdf .

Atwater Kent 35 -schema-
schema.pdf
Documento Adobe Acrobat 134.9 KB

La radio era in pessimo stato, per fortuna le sei valvole erano integre.

Per renderla funzionante ho dovuto riparare i tre trasformatori di radio frequenza, sostituire qualche elemento passivo e riparare la bobina dell'altoparlante.

L'alimentazione avviene grazie al battery eliminator da me costruito.

fig.2
fig.2

Gli schemi contenuti nel file "schema.pdf" sono un pò diversi da quello di fig.2 della mia radio.

la differenza consiste essenzialmente nell'interrutore e potenziometro di volume come indicato nel dettaglio in fig.3 

fig.3
fig.3

Il potenziometro regola la tensione dei filamenti delle ultime tre valvole facendo variare il volume di ascolto.

L'interruttore interrompe l'alimentazione.

sezione a radio frequenza

La sezione a RF è costituita da tre triodi SX 201 A; l'accoppiamento è a trasformatore .

I segnali  a radio frequenza captati dall'antenna vengono iniettati nella griglia della prima valvola (SX 201 A) ; dalla placca i segnali amplificati passano nel primo circuito di sintonia, costituito dal secondario di  un trasformatore a RF e da  un condensatore variabile ad aria (350 pF), che seleziona il segnale desiderato.

Dopo la sintonizzazione  il segnale viene iniettato nella griglia del secondo triodo (SX 201 A)  tramite una resistena dove viene amplificato e poi  iniettato nella griglia del terzo triodo, anch'esso un SX 201 A, tramite un circuito di sintonia  del tutto identico al precedente accordato alla medesima frequenza..

Il terzo triodo provvede ad una ulteriore amplificazione e tramite un circuito di sintonia accordato coi precedenti, dalla sua placca inietta il segnale nella griglia del quarto triodo, attraverso un condensatore di pochi pF ed una resistenza di grande valore, dove avviene la rivelazione.

rivelazione

fig.4
fig.4

Dopo tre amplificazioni mi sarei aspettato una rivelazione di placca, invece la rivelazione avviene a falla di griglia; viene utilizzato un triodo uguale ai precedenti.

La polarizzazione della griglia è di poco positiva, come è opportuno in una rvelazione di questo tipo, ed è ottenuta grazie alle due resistenze indicate in fig.4 .

Nella fig.4 sono indicati tre circuiti: il circuito di placca dove il filamento funge da catodo che nel caso specifico ha tensione nulla, il circuito del filamento alimentato da una batteria a Vf V ed il circuito costituito dalla stessa batteria e dalle due resistenze R2 ed R3 .

In quest'ultimo circuito circola una corrente Vf/(R2+R3).

Nel punto A avrò una tensione positiva pari a Vf/(R2+R3) x R3 ; tale tensione è uguale a quella di griglia che è collegata al punto A tramite una resistenza di alto valore.

La griglia avrà pertanto rispetto al punto C, e quindi rispetto al catodo, una pensione positiva di Vf/(R2+R3)  x R3.

Nel caso specifico, essendo R2 = 2KΩ , R3= 160 Ω e la tensione della batteria del filamento  Vf = 5V, la tensione di polarizzazione della griglia , cioè la differenza di potenziale fra griglia e catodo sarà pari a +0,37V, leggermente positiva come si conviene nel nostro caso.

sezione ad audio frequenza

La sezione ad audio frequenza è costituita da due triodi :  il primo, uguale ai precedenti, funge da preamplificatore ed il secondo, un triodo UX112 A, da amplificatore finale di potenza.

L'accoppiamento delle due valvole è a trasformatore; il primo trasformatore ha un rapporto 1/4 il secondo 1/3.

 Viene utilizzato un altoparlante a spillo ad alta impedenza.

galleria fotografica